friselle, Libri, pollo, PRIMI, RICETTE

Viaggio gastronomico con Agatha Christie

30 settembre 2010

Dal momento che l‘autosfida l’ho vinta, alla grande direi, mi premio preparando le ricette del libro che avevo menzionato qui, Creme & Crimini. Le ricette deliziose e criminali di Agatha Christie. Ho scelto la “vellutata di pollo” per motivi di salute…tra bronchiti, raffreddori, tosse e febbre, una buona minestra calda è quello che ci vuole. Le dosi della ricetta che segue non sono quelle del libro, le ho modificate secondo le mie esigenze e il mio gusto; in casa non avevo i vermicelli e la ricetta suggeriva di sostituirli con dei crostini di pane, non avevo neanche il pane allora ho usato le friselle: le ho bagnate, spezzettate e fatte rosolare in una padella antiaderente con del burro. Sicuramente questa vellutata diventerà un classico nelle serate d’inverno, quelle sere fredde e piovose in cui non vedi l’ora di accoccolarti sul divano sotto una morbida coperta di lana…

Vellutata di pollo

  • 3 petti di pollo
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 cipolla bianca
  • 1 dado di brodo di pollo
  • olio e.v.o.
  • sale
  • 4 friselle
  • 50 g di burro

In una pentola capiente scaldare l’olio e rosolare la cipolla tritata. Unire il dado e un litro abbondante d’acqua. Portare a ebollizione a fuoco dolce. Tagliare i petti di pollo a striscioline, tuffarli nel brodo e cuocere per 20 minuti. Unire il pomodoro, mescolare e far cuocere ancora per qualche minuto. Frullare tutto. Prendere le friselle, bagnarle sotto l’acqua corrente e sbriciolarle. Sciogliere in una padella antiaderente il burro e rosolare le friselle (con un po’ di sale) fino a farle diventare croccanti. Aggiustare di sale la vellutata e servire calda con i crostini croccanti.

2 Commenti

  • Reply giusy oreni 15 settembre 2011 at 08:50

    mi piacerebbe poter giocare con voi, stiamo promuovendo compagnia teatrale per ‘cena con delitto’ se volete possiamo collaborare….
    a presto leggervi
    giusy oreni
    Studio OrEventi

  • Reply Enrica 15 settembre 2011 at 11:07

    Scrivimi una mail per spiegarmi che idea avresti…

  • Rispondi