arance, crostate, DOLCI, FRUTTA & AGRUMI, marmellate, mele, pere

Natura (quasi) morta… per una marmellata e una torta

9 marzo 2012

Natura da salvare! Non posso buttare via il cibo, gli sprechi mi fanno venire i sensi di colpa e quando la frutta, comprata in quantità industriale, tende a non avere più un aspetto invitante e nessuno la vuole mangiare non resta altro che fare una buona marmellata mista 3 mele, 1 pera, 2 aranci e zucchero di canna (per circa 3 piccoli vasetti) per poi preparare una buona crostata.

Marmellata di fine inverno… mele, pera, aranci e zucchero di canna

  • 3 mele (560 g)
  • 1 pera
  • 2 aranci
  • 400 g di zucchero di canna
  • 700 ml di acqua

Lavare gli aranci,  grattare la buccia con il rigalimoni e bollire i riccioli ottenuti in acqua per circa trenta minuti. Scolare e tenere da parte. Spremere gli aranci e tenere da parte. Lavare le mele e la pera, togliere il torsolo, tagliare a spicchi e affettare finemente. In una pentola capiente mettere tutti gli ingredienti: acqua, succo e buccia degli aranci, zucchero, mele e pera. Cuocere fino a quando avrete ottenuto la consistenza giusta per la marmellata e quando ancora bolle, mettere nei vasetti, sigillarli con il tappo e lasciarli raffreddare capovolti per formare il sottovuoto.

Tre vasetti di marmellata: uno per mia madre, uno per un’amica e il terzo per una crostata. La ricetta l’ho presa dal libro “Regali golosi” di Sigrid Verber, si tratta dei trancetti di marmellata ai lamponi che naturalmente sono diventati crostata con la marmellata di recupero. Lo dico sempre, ognuno si regoli con il proprio forno… le indicazioni erano di infornare a 170° per 20 minuti, per il mio forno 180° per 30 minuti sarebbe stato meglio, la parte superiore è venuta bene, croccante ma la parte inferiore è rimasta più morbida, forse anche per colpa della marmellata un po’ più liquida del solito.

Crostata alla mermellata (dosi da “Regali golosi” di Sigrid Verber)

  • 250 g di farina
  • 240 g di burro ammorbidito
  • 250 g di zucchero
  • 2 tuorli
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 presa di sale
  • 300 g di marmellata di fine inverno

Mescolare la farina, il lievito e il sale. In una ciotola lavorare il burro con lo zucchero e incorporare i tuorli fino ad ottenere una crema. Aggiungere la vanillina e la farina. Impastare velocemente e dividere l’impasto in due. Avvolgere le due metà nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per 30 minuti. Stendere una metà in una tortiera a cerniera, coprire di marmellata e ricoprire il tutto con l’altra metà dell’impasto sbriciolandola con le mani. Cercate di coprire tutta la marmellata in maniera omogenea. Cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti (a seconda del proprio forno) fino a doratura. Lasciar raffreddare e servire.

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Non so perchè ma non sono più su blogger quindi non compaio più sui vostri siti come sostenitrice, NON PER MIA VOLONTA’, cercherò di rimediare al più presto, in qualche modo…

8 Commenti

  • Reply Roberta 9 marzo 2012 at 10:29

    …quella natura (quasi) morta in quella crostata trova la morte sua!!!! ^_^

  • Reply Sara 9 marzo 2012 at 11:15

    Ciao Enrica, ti rispondo qui:
    non credo sia obbligatorio essere su blogspot
    in alto al mio blog c’è il link SEGUI
    con quello non ti fa ridiventare follower?

    Sara

    • Reply Enrica 9 marzo 2012 at 20:00

      @sara: qualcosa ho fatto!

  • Reply Dammi la manina 12 marzo 2012 at 12:18

    Ottimo modo, per la natura quasi morta, di tornare a nuova vita!

  • Reply maria rita 13 marzo 2012 at 10:56

    bellissima e ottima idea!!!da prendere spunto!!brava…buona giornata!!

  • Reply vale 13 marzo 2012 at 10:59

    grazie per la visita!!!!
    la marmellata deve esssere davvero buonissima con quel mix di frutta!!

  • Reply Giovanna 13 marzo 2012 at 15:05

    La crostata di per se è una delizia, preparata con la marmellata fatta in casa è una vera golosità!
    Baci

  • Reply cristina 14 marzo 2012 at 08:00

    d’accordissimo, anch’io non sopporto di buttar via il cibo! la marmellata mista spesso è sorprendente e quella crostata…..mmmmmhhhhh

  • Rispondi