Visualizza categoria

colazione

biscotti, colazione, DOLCI, FINGER FOOD, marmellate, miele, more, VARIE, yogurt greco

Settembre e le more

13 settembre 2017

Sembrava non finire mai questo caldo afoso mentre a fine agosto raccoglievo le more alla Valle Benedetta ed invece settembre ci ha bruscamente travolto con un’alluvione che ha distrutto gran parte di questa città. Livorno, città che negli ultimi anni stava lentameente cercando di reagire alla crisi economica che ha colpito tutto il paese, la notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre, ha ricevuto un duro colpo, una “bomba d’acqua” (così l’hanno definita) che ha portato via vite, case, auto, tutto… non mi sento di condividere in queste pagine le immagini che ho visto domenica mattina mentre cercavo di raggiungere la casa di alcuni parenti, ne sono già state trasmesse tante dai telegiornali e fanno male. Livorno si stringe nel suo dolore sostenuta dalla solidarietà di moltissimi volontari, di braccia forti che offrono il loro aiuto per cercare di riportare la normalità nelle nostre vite. Continue reading “Settembre e le more” »

colazione, DOLCI, RICETTE, VEG, VEGETARIANO

granola per un nuovo inizio

11 gennaio 2016

granola (21)

Primo post dell’anno. Buongiorno!! Iniziamo con una preparazione per la prima colazione, la GRANOLA. 

Ho letto moltissime ricette della granola, se ne trovano tantissime varianti, partendo da una base di fiocchi d’avena ci si può sbizzarrire a proprio gusto usando gocce di cioccolato al posto dell’uvetta o bacche di goji invece dei mirtilli rossi o entrambi, semi di lino al posto di quelli di sesamo o un mi x di semi a piacere, sciroppo d’acero al posto di quello d’agave e così via… quella che vi propongo comprende ingredienti che avevo in casa; non potendo uscire a fare la spesa mi sono arrangiata ma a dire il vero la dispensa era più che fornita. 

gennaio 2016-001gennaio 2016-002gennaio 2016-003

In queste pigre mattine di festa mi sono svegliata presto come sempre (motivo per cui le foto sono un po’ scure, uso la luce naturale e sto ancora cercando di imparare) ma ho preso le cose molto più lentamente, il fatto che fossi mala ha influito tanto… Una di queste mattine ho preparato la granola, un bel vaso capiente che mi è servito per tutte le colazioni fino alla fine delle ferie, a volte l’ho consumata con il latte di soia altre con lo yogurt e qualche volta anche come spuntino pomeridiano. Piccoli lussi. Continue reading “granola per un nuovo inizio” »

caffè, colazione, CONCORSI&CONTEST, curcuma, Fornitori, patate, RICETTE, salsiccia

Colazione, la cucina polacca moderna EXPO 2015

14 settembre 2015

Qualche settimana fa sono stata scelta dalla famosa rivista polacca USTA e all’Agenzia Polacca per lo Sviluppo delle Imprese (Polska Agencja Rozwoiu Przedsiebiorczosci) presente all’Esposizione Mondiale EXPO 2015 insieme ad altre 9 foodblogger italiane e 10 foodblogger polacche,  per partecipare al concorso per i blogger culinari  “Diventa ambasciatore della cucina moderna polacca!”; nonostante il momento difficile personale in cui mi trovavo ho accettato non potendo immaginare che i tempi di questo concorso coincidessero con un momento molto particolare della mia vita. Grazie anche all’incoraggiamento delle bravissime blogger con cui mi trovo a condividere questa esperienza sono riuscita, bene o male, a presentare la prima ricetta per la prima tappa del concorso: LA COLAZIONE.

Ho ricevuto un enorme pacco con 20 prodotti tipici polacchi, naturali, che serviranno per la preparazione di quattro ricette con l’intento di valorizzare un paese ricco di tradizioni ma lanciato verso l’innovazione. Per questa ricetta ho avuto in prestito tre bellissimi bricchi tipici di questi paesi, tre  “cezve” di epoche diverse una più bella dell’altra per la preparazione del caffè ed un macina caffè da Mauro Carli, uno dei maggiori collezionisti in Europa di macchine da caffè di uso domestico di cui vi ho già parlato qui. Mauro e sua moglie Daniela Tinacci sono sempre molto disponibili e gentili ed io molto fortunata ad avere amici come loro; Daniela, oltre ad essere una bravissima fotografa è anche un’eccellente cuoca ed a lei ho regalato il primo dei 5 libri che erano nel pacco. Ne dovrò distribuire altri quattro, sono bellissimi ve lo garantisco quindi seguitemi e votate le mie ricette sul sito del contest, esattamente qui per la prima ricetta:

http://www.expo.gov.pl/ricettario/159_artellette-alla-curcama-con-salsiccia-lisiecka.html 

appetito per la polonia (16) Continue reading “Colazione, la cucina polacca moderna EXPO 2015” »

colazione, DOLCI, RICETTE

Iniziamo dalla colazione, plumcake allo yogurt di soia

15 maggio 2015

plumcake allo yogurt (23)

Fino a qualche anno fa la mia colazione era un caffè macchiato con latte di soia appena alzata, verso le 6.00, ed eventualmente un cappuccino al bar prima di entrare in ufficio. Da qualche tempo invece cerco di fare una colazione più equilibrata per immagazzinare le energie che mi servono per arrivare all’ora di pranzo senza avere quella fame da lupi e quello sfinimento che mi facevano avventare sulla prima cosa commestibile al mio rientro a casa.

plumcake allo yogurt (19)

Rimane il fato che appena alzata non riesco ad mangiare niente di solido, devo lasciar passare un paio d’ore prima di poter fare una sostanziosa colazione allora mi sono organizzata e la porto in ufficio. Ho trovato un piccolo contenitore diviso a scomparti, uno per il vasetto di yogurt, uno per i cereali (fiocchi di miglio, fiocchi di farro, nocciole, mandorle, prugne e mirtilli) e dentro il tappo c’è una piccola mattonella per il ghiaccio, il tutto corredato dal un cucchiaino, fantastico. In un sacchettino poi metto un frutto e in un’altro contenitore i biscotti o una fetta di dolce, anche due a volte. Il dolce lo preparo dopo pranzo, il momento in cui mi dovrei riposare e rilassare per affrontare l’altra metà della giornata e che quasi sempre lo dedico alle preparazioni da forno, pane, schiacciate e dolci. così hanno il tempo di raffreddarsi per cena.

plumcake allo yogurt (24)plumcake allo yogurt (25)

Il classico Plumcake allo yogurt, morbido e soffice, è l’ideale per la colazione, semplice da preparare con la possibilità di apportare moltissime varianti e aggiunte come mirtilli, lamponi, fragole, pinoli, cioccolato, caffè, ecc… oppure si può usare uno yogurt alla frutta, io lo preferisco classico ed ho usato lo yogurt alla soia perché è quello che consumo normalmente, ad ognuno il suo. 

plumcake allo yogurt (20)

Plumcake allo yogurt di soia

  • 2 uova biologiche
  • 120 g di zucchero
  • 125 g di yogurt naturale alla soia
  • 80 g di burro ammorbidito
  • 1 stecca di vaniglia
  • 200 g di farina tipo 2
  • 10 g circa di polvere lievitante biologica (cremor tartaro e bicarbonato di sodio)
  • 1 pizzico di sale

In una ciotola capiente sbattere le uova con lo zucchero fino a formare un composto chiaro ed omogeneo, aggiungere il burro e lo yogurt, i semi della stecca di vaniglia prelevati con la punta di un coltello e amalgamare bene. Incorporare la farina, il lievito e il sale. Ricoprire uno stampo da plumcake con carta forno e versarci dentro il composto. Infornare a forno preriscaldato a 175° per 40 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare su una griglia.

colazione, DOLCI, Fornitori, FRUTTA & AGRUMI, marmellate, RICETTE

Saccottini di sfoglia a losanghe per Carnevale

30 gennaio 2015

Qualche giorno fa mentre girellando in internet in cerca di un attrezzo da cucina ho scoperto questo sito MEINCUPCAKE.DE (oppure CAKEMART.UK) e ci sono stata circa un’ora a guardare tutti i prodotti, cioè mi ci sono proprio immersa, affascinata. E’ un coloratissimo negozio on-line che offre tutto quello che serve per la preparazione di dolci, cupcake, muffin, plumcake, cake pop, torte, cioccolatini, biscotti e quant’altro con una vasta gamma di accessori come stampi, teglie, stencil, decorazioni, ingredienti, coloranti, packaging, attrezzi vari in tante forme e colori. 

Lunedì ho fatto un “piccolo” ordine e giovedì ho ricevuto il pacco con tutti i prodotti; qualche pirottino colorato da muffin, un set completo per la preparazione dei macarons, un preparato per brownies, etichette, accessori per il packaging di regali fai da te come conserve o biscotti, un pennello per spennellare ed un rullo per la pasta frolla a losanghe che ho usato per preparare la ricetta di oggi questo CARNEVALE.

saccottini per carnevale (34)saccottini per carnevale (20)saccottini per carnevale (25)

A Carnevale solitamente si mangiano quelli che in toscana si chiamano i cenci, bugie o chiacchiere o frappe a seconda della regione in cui ci troviamo, le frittelle o le castagnole, in casa nostra invece, per evitare il fritto, il primo giorno di Carnevale preparo delle sfogliatine con diverse confetture per dare colore e la copertura della soglia a losanghe richiama il vestito di Arlecchino, che questa poesia di Gianni Rodari descrive così:

Il vestito di Arlecchino (di Gianni Rodari)

Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino,

ne mise un’altra Pulcinella,
una Gianduia, una Brighella.

Pantalone, vecchio pidocchio,
ci mise uno strappo sul ginocchio,

e Stenterello, largo di mano,
qualche macchia di vino toscano.

Colombina che lo cucì
fece un vestito stretto così.

Arlecchino lo mise lo stesso
ma ci stava un tantino perplesso.

Disse allora Balanzone,
bolognese e dottorone:

“Ti assicuro e te lo giuro
che ti andrà bene il mese venturo

se osserverai la mia ricetta:
un giorno digiuno e l’altro bolletta”.

saccottini per carnevale (40)

In questo caso ho usato la confettura di pesche, di frutti di bosco e di ciliegie. E’ un dolcino velocissimo da preparare, basta avere solo un po’ di accortezza nel posizionare la pasta sfoglia tagliata a losanghe e ritagliarla con precisione, per il resto è uno scherzo…

saccottini per carnevale (42)saccottini per carnevale (53)saccottini per carnevale (63)saccottini per carnevale (3)saccottini per carnevale (12)

Saccottini a losanghe per Carnevale

per 6 saccottini

  • 1 rotolo di pasta sfoglia (io l’avevo tonda ma se è rettangolare c’è meno spreco)
  • confetture a piacere qb (almeno 3 diversi gusti e colori)
  • zucchero a velo

Stendere la sfoglia e dividerla a metà. Dividere in 6 rettangoli uguali una metà della sfoglia, sull’altra metà passere il rullo per formare le losanghe. Mettete i rettangoli sulla teglia da forno ricoperta da cartaforno, su ogni rettangolo spennellate un po’ di acqua per far si che le due parti si sigillino bene in cottura (questa operazione è necessaria quando si usa la frutta fresca tagliata a fette per farcire i saccottini, in questo caso se ne potrebbe anche fare a meno perchè la confettura stessa fa da colante ma ormai per me è un’abitudine), coprire ogni rettangolo con la sfoglia tagliata a losanghe eliminando la parte in eccesso. Infornare a forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti. A cottura ultimata, lasciar raffreddare e spolverare con lo zucchero a velo.

biscotti, colazione, Fornitori, Foto, LUOGHI&FOTO, MENU', PRANZI&CENE, vino

2. Cerreto Guidi, prodotti ed ospitalità di un territorio ricco di storia e di eccellenze

23 luglio 2012

ATTO SECONDO

Fattoria Rozzalupi – Forchetta Medicea 2012 – Borgo Vigna Vecchia

Sempre nel cuore della campagna Toscana, nelle Terre del Rinascimento tra Vinci e Cerreto Guidi, troviamo la Fattoria Rozzalupi appartenuta ad una famiglia fiorentina, gli Adimari, usata come residenza di caccia. Queste terre un tempo erano una boscaglia selvatica, quasi inaccessibile, da cui il nome “Chiuso di Rozzalupi”, un nome che evoca tempi lontani in cui addentrarsi imprudentemente nei boschi poteva riservare incontri rischiosi. Oggi il borgo è incantevole con grandi spazi aperti divisi tra la casa padronale e due case coloniche adibite ad agriturismo in stile rustico tipico toscano ma con tutti i comfort moderni, la piscina e il maneggio.

Ad accoglierci è Francesca, ci viene incontro con un bel sorriso ed una giovialità contagiosa offrendoci subito la torta di mele appena sfornata da mamma Mary e noi ce la gustiamo in un angolo del giardino senza fare troppi complimenti; torta tanto buona che ci invoglia a visitare la cucina dove si sta già preparando la cena per gli ospiti dell’agriturismo, in particolare siamo catturate dal profumo proveniente da una enorme padella con patate e cipolle, alla quale Annamaria non resiste….

La particolarità di questo luogo è l’allevamento di ovini di razza Scottish Blackface e di Border Collie che vengono addestrati per lo sheepdog. Letteralmente sheepdog significa “cane da pecora”, un cane da pastore che lavora con l’uomo controllando, curando, radunando il gregge, un cane dotato di coraggio, velocità, obbedienza, intelligenza e resistenza, pensate che deve svolgere il suo lavoro con qualunque tempo. Il Border Collie ha tutte queste qualità, frutto di una selezione secolare.

Ci spostiamo quindi al maneggio dove troviamo Samuele, fratello di Francesca, che con una serie di fischi è impegnato ad insegnare ad un Border Collie a governare un gregge di pecore, e la moglie Cristiana, appassionata di cavalli che ci propone una lezione di equitazione alla quale Ludovica con piacere non si tira indietro. Da ragazzina andavo a cavallo, era un cavallo nero, bellissimo di nome Flag… chissà che non riprenda ad andare a cavallo!

Ma i protagonisti assoluti di questo luogo sono Pia, cinta senese, e Dante che ormai fanno parte della famiglia!

 

Non capita spesso di trascorrere giornate così intense, piacevoli, interessanti, anche stancanti certo ma aver conosciuto persone che credono nella potenzialità della loro terra alla quale si dedicano con convinzione, passione e disciplina è un’esperienza di cui far tesoro.

Giungiamo al momento della cena dopo un breve riposino ed un veloce cambio d’abito, è il momento di  “Forchetta Medicea” ; alla ProLoco ci consegnano il nostro bel bicchiere da degustazione e il menù della cena durante la quale verranno premiati i vini vincitori del concorso enologico RUBINO MEDICEO 2012 in collaborazione con il “Consorzio per la tutela dell’Olio Extravergine d’Oliva Toscano IGP”.  Durante la cena lo chef Marco Nebbiai, con il supporto del sommelier FISAR Roberto Baldi e Cristian Sbardella del consorzio Olio, esugue sul palco la preparazione di alcuni paitti svelando i segreti di questi classici della cucina toscana.

Il Menù

Gran piatto di Bruschette ai sapori toscani con Olio del Montalbano: aglio e olio, fagioli, pomodori e basilico, peperoni 

Pappa al pomodoro 

Ravioli ricotta e spinaci con sugo di coniglio 

Bistecca alla Fiorentina con olio del Montalbano aromatizzato al rosmarino e pepe nero 

Misto saporito di verdure al forno (melanzane, zucchine, peperoni, patate) 

Zuppa Inglese al Vinsanto 

Tre momenti della premiazione con l’Assessore Valentina Picchi, l’addetta stampa di Villa Petriolo Diletta Lavoratorini e la giornalista-conduttrice Annamaria Tossani. I vincitori del premio RUBINO MEDICEO che ha lo scopo di valorizzare ed evidenziare la migliore produzione vitivinicola locale:

– Primo premio per la categoria Vini Bianchi D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T. al vino Ser Piero Chardonnay 2011 della Cantina Leonardo da Vinci di Vinci
.
– Primo premio per la categoria Vini Rossi I.G.T. provenienti dai Comuni del territorio del Montalbano al vino Merlot 2010 dell’Azienda Agricola Poggiosecco di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria Vini Rossi I.G.T. al vino Golpaja 2007 dell’Azienda Agricola Villa Petriolo di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria dei Vini Rossi Chianti D.O.C.G. al vino Poggiotondo Riserva 2009 dell’Azienda Agricola Poggiotondo di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria dei Vini Passiti naturali o di vendemmia tardiva D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T al Vinsanto del Chianti 2004 delle Cantine Montalbano di Empoli
.
L’olio extravergine d’oliva del Montalbano – area che si estende per 16.000 ettari tra le province di Firenze, Pistoia e Prato – degustato durante la cena, viene prodotto dai soci dell’Oleificio Cooperativo Montalbano ed è olio extra vergine di oliva toscano IGP da Agricoltura Integrata.
 .
.
 
A fine serata rientro nell’agriturismo Borgo Vigna Vecchia che mi ospita e dopo un tranquillo e lungo riposo nella quiete della campagna, il mattino seguente, faccio colazione in compagnia delle sorelle che lo gestiscono, Antonella e Sandra. 
.
.
Avendo un blog di cucina non posso fare a meno di chiedere ad Antonella la ricetta (che posterò nei prossimi giorni) dei biscotti al Vinsanto; questi biscotti sono una loro specialità fatta con l’olio e il Vinsanto di loro produzione, la fattoria infatti produce e vende olio, vino, vinsanto, biscotti al Vinsanto, Cantuccini e marmellate.
.
.
L’agriturismo è situato poco fuori Cerreto Guidi su un piccolo colle baciato dal sole e accarezzato da un piacevole venticello, con una meravigliosa vista su vigneti e campi coltivati. Un luogo dove ci si può riposare, magari a bordo piscina, coccolati dalla gentilezza e dalla disponibilità delle padrone di casa in armonia con l’atmosfera serena della tipica campagna toscana.
.
.
.
.
.
…segue – ATTO TERZO mercoledì 25 luglio 2012…
.
colazione, DOLCI, fragole, RICETTE, SALSE E CONDIMENTI

Dolcetti alle fragole consolatori

2 maggio 2011

Sarà che sabato mattina mi sono alzata e il cielo era nuvoloso, sarà che sono uscita di casa alle 7.30 e schizzettava, sarà che ieri avevo un po’ di quella strana malinconia tipica femminile che non ha motivo d’essere ma c’è (le paturnie, insomma), sarà che non sarà … alle 9.00 avevo già preparato questi piccoli dolcetti con glassa alle fragole. La ricetta l’ho trovata qui nel bellissimo PDF di primavera di G2kitchen che in questi giorni ho letto e guadato avidamente, ci sono tante ricette da provare e foto bellissime. La ricetta è firmata Elga Cappellari di www.semidipapavero.net. Ho cercato di seguire la ricetta ma qualche piccola modifica l’ho fatta, io riporto la ricetta modificata.

12 dolcetti con glassa alle fragole

  • 110 g di burro
  • 110 g di zucchero
  • 2 uova
  • 110 g di farina autolievitante (ho usato quella coop per focacce)
  • la scorza grattugiata di un limone (non tattato)
  • 4 fragoloni
  • 100 g di zucchero a velo vanigliato
  • il succo di 1 limone

In una ciotola capiente mescolare il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso. Unire un ovo alla volta, amalgamandolo bene prima di unire il secondo. Aggiungere la scorza di limone grattuggiata. Versare il composto nei pirottini, circa un cucchiaio abbondate per ogni pirottino (io ho usato i pirottini di silicone da muffin) e cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti. Nel frattempo frullare le fragole con il succo di limone in un mixer, aggiungere lo zucchero a velo crcando di eliminare i grumi. Qundo le tortine sono pronte, lasciarle leggermente raffreddare e comprire con la glassa di fragole. Ho provato a riscaldarla ma è più buona fredda secondo me.

colazione, DOLCI, FINGER FOOD, VARIE

Castagnaccio creativo…

6 gennaio 2011

…i livornesi non me ne vogliano. Da un’idea del “Cavoletto” ho preparato 24 mini-muffin con farina di castagne della Garfagnana, noci, pinoli e uvetta. Anche se abito a Livorno, il castagnaccio non mi è mai piaciuto; che devo fare preferisco il 5 e 5 (roba salata…) o al massimo i frati di piazza Cavallotti! Quindi ho voluto sperimentare questa versione finger food che richiama il sapore del castagnaccio ma è molto, molto più delicato. E poi si mangia in un boccone!

colazione, VARIE

Stessa spiaggia stesso mare

7 giugno 2010

Ore 8.00 di mattina: una luce bellissima, l’aria limpida, colori accesi e la spiaggia deserta. C’è solo un secchiello dimenticato da qualche bambino il giorno prima… Questi sono momenti da vivere e da ricordare; fermarsi un attimo e osservare ciò che ci circonda, sentirsi parte di qualcosa di grande e farne tesoro. Questa è la serenità.

Questo cartello non lo avevo mai visto: VIETATA LA VENDITA AMBULANTE SOTTO GLI OMBRELLONI. E’ proprio di ieri la notizia che una donna è stata multata, sulla spiaggia, di ben 1000 euro per aver comprato un borsellino finto-vuitton del valore di 7 euro. Che dire… ci sarebbero molte cose da dire! Si può essere d’accordo oppure no, bisogna pensare però a quello che c’è dietro a questo fenomeno, allo sfruttamento, al giro di soldi e alle tasche in cui vanno realmente, alla merce che potrebbe anche non essere a norma (mi riferisco ad occhiali, collanine, ecc..) e nociva per la salute. In un bel paese come questo sicuramente, proprio in questo momento, ci sono persone che stanno lavorando per la nostra sicurezza. Certamente.

Tipica foto della costa toscana: da una parte il mare, dall’altra la pineta.

In mezzo una SPA. Piscine esterne ed interne, idromassaggi, sauna, bagno turco, fitness… è arrivato il momento di curare anima e corpo: partiamo da quello che mangiamo, iniziamo dalla colazione. La prima cosa che prendo quando mi alzo  è un caffè macchiato al quale non posso assolutamente rinunciare; prima era anche l’unica cosa che consumavo fino all’ora di pranzo, ora cerco di integrare la mia colazione con un frutto di stagione, una fetta di pane integrale con marmellata di mirtilli rossi e uno yogurt. L’ideale sarebbe anche una bella camminata lungo mare… A metà mattina faccio uno spuntino con una spremuta o un centrifugato di frutta, ananas, kiwi e mela. Tutti i nutrizionisti dicono che è il pasto più importante, per me non è facile cambiare abitudini ma ci voglio provare, vediamo se tra tre mesi il mio corpo e la mia mente me ne saranno grati.