Visualizza categoria

biscotti

biscotti, DOLCI, Libri, mandorle, RICETTE, vaniglia

Biscotti morbidi alle mandorle

17 settembre 2017

Da circa 5 anni, specialmente negli Stati Uniti, non si fa altro che parlare di gluten free ma attenzione, non è la moda del momento, è un regime alimentare che dovrebbero seguire solo le persone affette da celiachia, ovvero coloro che hanno un’infiammazione cronica dell’intestino tenue causata dal glutine. Esiste anche la sensibilità al glutine (NCGS) che prevede l’eliminazione del glutine ma sono tollerati i prodotti che possono contenerne solo piccole tracce. Per il resto dell’umanità è sbagliato eliminare il glutine dall’alimentazione, potrebbero esserci conseguanze molto gravi. Mai seguire le mode e le diete faidate. Una riflessione sul perchè siano in aumento le persone affette da celiachia bisogna farla.

Continue reading “Biscotti morbidi alle mandorle” »

biscotti, colazione, DOLCI, FINGER FOOD, marmellate, miele, more, VARIE, yogurt greco

Settembre e le more

13 settembre 2017

Sembrava non finire mai questo caldo afoso mentre a fine agosto raccoglievo le more alla Valle Benedetta ed invece settembre ci ha bruscamente travolto con un’alluvione che ha distrutto gran parte di questa città. Livorno, città che negli ultimi anni stava lentameente cercando di reagire alla crisi economica che ha colpito tutto il paese, la notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre, ha ricevuto un duro colpo, una “bomba d’acqua” (così l’hanno definita) che ha portato via vite, case, auto, tutto… non mi sento di condividere in queste pagine le immagini che ho visto domenica mattina mentre cercavo di raggiungere la casa di alcuni parenti, ne sono già state trasmesse tante dai telegiornali e fanno male. Livorno si stringe nel suo dolore sostenuta dalla solidarietà di moltissimi volontari, di braccia forti che offrono il loro aiuto per cercare di riportare la normalità nelle nostre vite.

Continue reading “Settembre e le more” »

biscotti, DOLCI, Libri, miele, RICETTE

I biscotti della gioia di Santa Ildegarda

13 dicembre 2014

Biscotti semplici e buoni dalla ricetta di Santa Ildegarda, una donna straordinaria vissuta nel Medioevo depositaria di una conoscenza scientifica inspiegabile per la cultura dell’epoca ed in particolare di una donna che fin dall’età di otto anni visse in un convento. “Vedo le cose con la mia anima” dice Santa Ildegarda; quando ha le sue visioni non è in estasi ma è sveglia e cosciente ed afferma che i suoi scritti nascono “direttamente dal cielo, da una nube scintillante piena di parole, di immagini e di suoni”.

San Gimignano nov 2014 (53)

Nei sui scritti, Santa Ildegarda, parla del , il farro, che ritiene essere il cereale migliore fra tutti per la nostra salute. Mi sembra sempre più evidente che la cucina toscana tradizionale, la cucina povera toscana, racchiuda in se un sapere ed una cultura nata da un popolo schietto e concreto, che più o meno consapevolmente tramanda di generazione in generazione un’alimentazione sana. Ogni volta che leggo i risultati di “recenti studi scientifici” riguardo ad un determinato alimento, mi accorgo che nella nostra cucina questo c’è sempre stato, proprio come il farro. I nostri avi contadini erano troppo avanti!

biscotti (22) Continue reading “I biscotti della gioia di Santa Ildegarda” »

biscotti, cacao amaro, DOLCI, RICETTE, VEG, VEGETARIANO

Biscotti con gocce di cioccolato veg

1 maggio 2014

biscotti gocce di cioccolato veg 011

Ci siamo, oggi ha inizio l’avventura vegana, 21 giorni nell’Eden con Eva di alimentazione esclusivamente vegana lasciando momentaneamente da parte gli altri aspetti di questa filosofia di vita. La mia è pura e semplice curiosità, non credo che alla fine dei 21 giorni la mia mentalità sarà cambiata al tal punto da cambiare addirittura vita. Sono convinta che in ogni cosa c’è del buono ma che in medio stat virtus. Non giudico nessuna scelta, non è mia abitudine e non voglio imporre le mie nel rispetto reciproco. Il mio approccio a questa esperienza è di studio accompagnata e seguita da tutor competenti e disponibili. La prima tutor che si era resa disponibile è sparita, mi aveva contattata su FB ma ora il suo profilo non esiste più, spero non le sia accaduto niente di spiacevole perchè si era presentata piena di entusiasmo, adesso di tutor ne ho due, Martin e Valentina vegani da tempo, che seguono un gruppo di circa 17 persone me compresa, tra cui Elena Boselli, Sandra Pepponi, Mara Rossetti, Monica Vitolo, Emanuela Castaldi e Stefania Mingardo, qualcuno già vegetariano altri come me onnivori. La maggior parte di queste persone che vi assicuro sono preparate, attente e piene di ricette e suggerimenti interessanti, hanno deciso di far parte di questo progetto per motivi etici e per motivi di salute. L’amore per gli animali è la cosa che comunque accomuna tutti noi ma sicuramente verranno fuori, durante il cammino, altri aspetti da valutare. Sono felice di condividere l’esperienza con queste persone perchè ho deciso di non coinvolgere la mia famiglia, non so neanche io dove mi porterà ma ognuno è libero di fare ciò che vuole e in ogni caso le imposizioni non hanno mai esiti positivi, io propongo e loro saranno in grado di giudicare da soli se certi cambiamenti possono essere di loro gradimento o meno.

biscotti con gocce di cioccolato veg 005

biscotti con gocce di cioccolato veg 006

La prima richiesta per questa settimana è di trasformare la classica ricetta dei cookies americani con gocce di cioccolato in biscotti vegani senza burro e senza uova. Certamente non è lo stesso biscotto ma un buon biscotto cioccolatoso e soprattutto sano. Ho preso la ricetta originale ed ho eliminato i 230 g di burro e le 4 uova media sostituendo con olio di girasole (o di altri semi o di vinacciolo), un po’ d’acqua e mandorle tritate finemente, lo zucchero a velo è stato sostituito con zucchero di canna integrale e la farina 00 con metà farina 0 e metà farina integrale. Mi sono ricordata dei biscotti al caffè di Marco Bianchi, Tecnico di Ricerca Biochimica e divulgatore e consulente scientifico per Fondazione Umberto Veronesi, e li ho adattati alle gocce di cioccolato. Le dosi sono per pochi biscotti, ne vengono 9 di 28 g l’uno (più o meno) perchè è stato veramente un esperimento e non volevo rischiare di dover buttare via una cinquantina di biscotti…

biscotti con gocce di cioccolato veg 009

biscotti con gocce di cioccolato veg 007

biscotti gocce di cioccolato veg 007

Biscotti con gocce di cioccolato veg (per 9 biscotti)

  • 50 g di farina 0
  • 50 g di farina integrale
  • 25 g di mandorle tritate finissime
  • 25 g di zucchero integrale di canna mascobado
  • 25 g di olio di girasole
  • 25 g di gocce di cioccolato
  • 2 g di lievito vegan per dolci
  • acqua qb

Unire tutti gli ingredienti in una ciotola ed amalgamare con un cucchiaio di legno, l’acqua aggiungetela per ultima regolandovi nella quantità, circa 2 o 3 cucchiai, per ottenere un impasto come nella foto. Laciar riposare un’ora. Passato il tempo necessario formare delle palline di circa 28 g l’una (ne vengono 9) e adagiatele su una teglia da forno rivestite da cartaforno, schiacciatele leggermente e infornate a 175° per 13 minuti (ognuno si regoli col prorpio forno, le indicazioni generali sono di 180° per 15 minuti ma per il mio forno è troppo).

biscotti, cacao amaro, DOLCI, fiocchi d'avena, mandorle, RICETTE, VEG

Biscotti vegani con fiocchi d’avena e cacao amaro

27 marzo 2014

biscotti vegan 007

La ricerca di un’alimentazione più sana continua e da ottimi risultati. Questa volta mi sono cimentata in una dolce, anzi in una sfornata di biscotti vegani. L’idea mi è venuta leggendo la ricetta della bravissima Simona Mirto di Tavolartegusto, ha postato questi biscotti e mi è venuta voglia di modificare gli ingredienti seguendo quello che ho imparato sulla cucina vegetariana e vegana. Il risultato è piaciuto a tutta la famiglia, biscotti ai fiocchi d’avena croccanti, ottimi per la colazione ma anche da sgranocchiare durante gli spuntini della giornata. Oltretutto tra un mese circa mi sottoporrò ad un esperimento, ho accettato l’invito di Aida Vittoria Éltanin a mangiare per 21 giorni vegano con il supporto di una tutor, Elisabetta Corda vegana, che si è resa disponibile per delucidazioni e consigli. Per me che non sono neanche vegetariana ma tanto onnivora non è un passo semplice, non credo che la mia alimentazione cambierà a tal punto ma qualche buona abitudine l’ho già presa e ne sono contenta.

biscotti vegan 005

Biscotti vegani con fiocchi d’avena e cacao amaro

  • 180 g di fiocchi d’avena bio
  • 100 di farina di mandorle
  • 80 g di olio di semi di mais
  • 80 g di zucchero di canna integrale
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci vegan
  • 1 cucchiaio di latte di soia
  • 1 pizzico di sale integrale

 Frullare i fiocchi d’avena nel mixer, versarli in una ciotola con tutti gli altri ingredienti, amalgamare bene con le mani e lasciar riposare in frigo per 12 ore. Preparare delle palline di circa 22 g l’una, metterle sulla teglia da forno ricoperta da cartaforno e schiacciare leggermente, devono diventare dei dischi. Infornare a 180° per 10/15 minuti. Lasciar raffreddare.

 biscotti vegan 001

biscotti, DOLCI, FRUTTA SECCA, pinoli, ricotta, uvetta

Torcetti di Pasqua che si trasformano in biscotti di Pasqua

10 marzo 2013

E’ domenica mattina, silenzio in casa, pace, quiete… prendo il libro di ricette altoatesine ed inizio a dosare gli ingredienti per preparare i Torcetti di Pasqua: burro 150 g, farina 200 g, zucchero a velo 125, 1/2 bustina di lievito per dolci, 220 g di ricotta e un “nonulla” di sale. Leggo la ricetta che dice “Questo amalgama liscio copritelo”. Italiano a parte non ho davanti nessun composto liscio ma piuttosto molliccio!! Lo metto in frigo per un’ora nella speranza che si trasformi in un impasto da poter stendere mentre preparo la farcia, sostituisco le noci con 50 g di uvetta e 50 g di pinoli, aggiungo la scorza di un arancio non trattato, 50 g di zucchero, un goccio di Rhum e attendo…

Niente da fare, il composto è molliccio e informe! Prendo la farcia, la amalgamo con l’impasto e magicamente i Torcetti diventano Biscotti! In forno a 180° fino a che non biscottano, tra i 10 e i 15 minuti a seconda del forno. BUONISSIMI, morbidi per la ricotta e profumati per la scorza d’arancio.

Con questa raccolta ricetta partecipo alla raccolta di Sonia Voglia di Pasqua per il mese di Febbraio

arance, biscotti, DOLCI, mandorle, RICETTE

I Meravigliosi biscotti di Marcello

24 dicembre 2012

Ho scoperto un blog bellissimo, di un ragazzo, è la prima volta che seguo un blog maschile tanto bello e curato. Le foto sono uno splendore, ti accolgono e ti portano in un sogno, sopra una nuvole, il suo è uno stile delicato sottolineato da una forte vena artistica, lui è Marcello Arena e il suo blog è Mela e Cannella. Ho letto che non ama parlare di se ed io sono ermetica come sempre, del resto anche il dono della sintesi è pur sempre una dote; per quelle poche scellerate come me che ancora non lo conoscono andate a vedere con i vostri occhi, qui trovate la ricetta originale di questi meravigliosi biscotti.

Con questi biscotti ho messo d’accordo tutti; ognuno di noi ha un suo tipo di biscotti preferito, bene questo è il mio, racchiude tutte le qualità del biscotto perfetto, croccante, non troppo burroso ma friabile e non secco, con un sentore di cannella delicato come piace a mia madre, con la scorzetta d’arancia come piace alla piccola cuoca.

Biscotti alle mandorle e cannella di Marcello 

  • 250 g di farina
  • 100 g di madorle con la pellicina
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • la scorza grattugiata di un arancio
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 uovo grande (il mio era un uovo gemello!)
  • 1 pizzico di sale
Scaldare il forno a 200° e tostare le mandorle per 20 minuti. In una ciotola amalgamare la Farina con la scorza d’arancia, lo zucchero, la cannella, il lievito, le mandorle spezzettate grossolanamente, il sale e il burro fino ad ottenere un composto sbricioloso. Unire l’uovo lavorare velocemente per ottenere un composto liscio ed omogeneo. Formare circa 20/22 palline della stessa dimensione ed adagiarle su una teglia ricoperta da cartaforno. Infornare a 180° per circa 20/25 minuti. (Grazie Marcello)

… e con questi biscotti vi auguro buon Natale…

biscotti, DOLCI, RICETTE

Girelle al lemon curd di “La dolce Ilaria”

4 ottobre 2012

Questo è il quarto sorteggio di “dai! ci scambiamo una ricetta?” organizzato da Cinzia di ilricettariodicinzia. Lo scopo è di fare conocsenza in questo mondo virtuale e scambiare una ricetta per valorizzare il lavoro di altre food blogger. Per me questa è la terza volta, la prima è stata con Speedy70 di atuttacucina, la seconda con Roberta di nanocucina e la terza è con Ilaria di ladolceilaria e con un nome così invitante ho scelto di fare una ricetta dolce, queste sono le sue girelle al lemon curd buonissime!! Dopo vari tentativi ci siamo trovate ed oggi postiamo insieme l’una la ricetta dell’altra. I suoi dolcetti sono stati apprezzati, ultimamente un dolcino a fine pasto o a colazione è la richiesta più frequente in casa… e il mio asso nella manica è un barattolo di lemon curd londinese che aspettava una ricetta speciale!!

Girelle al lemon curd

per il lievitino

  • 150 ml di latte
  • 15 g di lievito
  • 100 g di farina 00
  • 20 g di zucchero

per l’impasto

  • 250 g di farina manitoba 
  • 1 uovo
  • 70 g di burro 
  • buccia grattuggiata di un limone
 1 barattolo di lemon curd
zucchero a velo per decorare
 
“Impastare il lievitino e lasciar riposare 30 minuti. Trascorso questo tempo impastare il lievito con il resto degli ingredienti e far lievitare per 1 ora….deve raddoppiare!! Stendere l’impasto , e dividerlo in più rettangoli (in modo da fare dei rotolini) spalmare sopra la lemon curd. Arrotolare e tagliare a girelle di 2 cm. Mettere le girelle su carta forno,spennellarle con albume di uovo  e far lievitare 30 minuti. Infornare a 170° per 20′ circa.” Lasciar raffreddare e spolverare con zucchero a velo prima di servire.

 Con questa ricetta partecipo al non-contest “dai! ci scambiamo una ricetta?” per il quarto sorteggio.

 

biscotti, colazione, Fornitori, Foto, LUOGHI&FOTO, MENU', PRANZI&CENE, vino

2. Cerreto Guidi, prodotti ed ospitalità di un territorio ricco di storia e di eccellenze

23 luglio 2012

ATTO SECONDO

Fattoria Rozzalupi – Forchetta Medicea 2012 – Borgo Vigna Vecchia

Sempre nel cuore della campagna Toscana, nelle Terre del Rinascimento tra Vinci e Cerreto Guidi, troviamo la Fattoria Rozzalupi appartenuta ad una famiglia fiorentina, gli Adimari, usata come residenza di caccia. Queste terre un tempo erano una boscaglia selvatica, quasi inaccessibile, da cui il nome “Chiuso di Rozzalupi”, un nome che evoca tempi lontani in cui addentrarsi imprudentemente nei boschi poteva riservare incontri rischiosi. Oggi il borgo è incantevole con grandi spazi aperti divisi tra la casa padronale e due case coloniche adibite ad agriturismo in stile rustico tipico toscano ma con tutti i comfort moderni, la piscina e il maneggio.

Ad accoglierci è Francesca, ci viene incontro con un bel sorriso ed una giovialità contagiosa offrendoci subito la torta di mele appena sfornata da mamma Mary e noi ce la gustiamo in un angolo del giardino senza fare troppi complimenti; torta tanto buona che ci invoglia a visitare la cucina dove si sta già preparando la cena per gli ospiti dell’agriturismo, in particolare siamo catturate dal profumo proveniente da una enorme padella con patate e cipolle, alla quale Annamaria non resiste….

La particolarità di questo luogo è l’allevamento di ovini di razza Scottish Blackface e di Border Collie che vengono addestrati per lo sheepdog. Letteralmente sheepdog significa “cane da pecora”, un cane da pastore che lavora con l’uomo controllando, curando, radunando il gregge, un cane dotato di coraggio, velocità, obbedienza, intelligenza e resistenza, pensate che deve svolgere il suo lavoro con qualunque tempo. Il Border Collie ha tutte queste qualità, frutto di una selezione secolare.

Ci spostiamo quindi al maneggio dove troviamo Samuele, fratello di Francesca, che con una serie di fischi è impegnato ad insegnare ad un Border Collie a governare un gregge di pecore, e la moglie Cristiana, appassionata di cavalli che ci propone una lezione di equitazione alla quale Ludovica con piacere non si tira indietro. Da ragazzina andavo a cavallo, era un cavallo nero, bellissimo di nome Flag… chissà che non riprenda ad andare a cavallo!

Ma i protagonisti assoluti di questo luogo sono Pia, cinta senese, e Dante che ormai fanno parte della famiglia!

 

Non capita spesso di trascorrere giornate così intense, piacevoli, interessanti, anche stancanti certo ma aver conosciuto persone che credono nella potenzialità della loro terra alla quale si dedicano con convinzione, passione e disciplina è un’esperienza di cui far tesoro.

Giungiamo al momento della cena dopo un breve riposino ed un veloce cambio d’abito, è il momento di  “Forchetta Medicea” ; alla ProLoco ci consegnano il nostro bel bicchiere da degustazione e il menù della cena durante la quale verranno premiati i vini vincitori del concorso enologico RUBINO MEDICEO 2012 in collaborazione con il “Consorzio per la tutela dell’Olio Extravergine d’Oliva Toscano IGP”.  Durante la cena lo chef Marco Nebbiai, con il supporto del sommelier FISAR Roberto Baldi e Cristian Sbardella del consorzio Olio, esugue sul palco la preparazione di alcuni paitti svelando i segreti di questi classici della cucina toscana.

Il Menù

Gran piatto di Bruschette ai sapori toscani con Olio del Montalbano: aglio e olio, fagioli, pomodori e basilico, peperoni 

Pappa al pomodoro 

Ravioli ricotta e spinaci con sugo di coniglio 

Bistecca alla Fiorentina con olio del Montalbano aromatizzato al rosmarino e pepe nero 

Misto saporito di verdure al forno (melanzane, zucchine, peperoni, patate) 

Zuppa Inglese al Vinsanto 

Tre momenti della premiazione con l’Assessore Valentina Picchi, l’addetta stampa di Villa Petriolo Diletta Lavoratorini e la giornalista-conduttrice Annamaria Tossani. I vincitori del premio RUBINO MEDICEO che ha lo scopo di valorizzare ed evidenziare la migliore produzione vitivinicola locale:

– Primo premio per la categoria Vini Bianchi D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T. al vino Ser Piero Chardonnay 2011 della Cantina Leonardo da Vinci di Vinci
.
– Primo premio per la categoria Vini Rossi I.G.T. provenienti dai Comuni del territorio del Montalbano al vino Merlot 2010 dell’Azienda Agricola Poggiosecco di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria Vini Rossi I.G.T. al vino Golpaja 2007 dell’Azienda Agricola Villa Petriolo di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria dei Vini Rossi Chianti D.O.C.G. al vino Poggiotondo Riserva 2009 dell’Azienda Agricola Poggiotondo di Cerreto Guidi
.
– Primo premio per la categoria dei Vini Passiti naturali o di vendemmia tardiva D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T al Vinsanto del Chianti 2004 delle Cantine Montalbano di Empoli
.
L’olio extravergine d’oliva del Montalbano – area che si estende per 16.000 ettari tra le province di Firenze, Pistoia e Prato – degustato durante la cena, viene prodotto dai soci dell’Oleificio Cooperativo Montalbano ed è olio extra vergine di oliva toscano IGP da Agricoltura Integrata.
 .
.
 
A fine serata rientro nell’agriturismo Borgo Vigna Vecchia che mi ospita e dopo un tranquillo e lungo riposo nella quiete della campagna, il mattino seguente, faccio colazione in compagnia delle sorelle che lo gestiscono, Antonella e Sandra. 
.
.
Avendo un blog di cucina non posso fare a meno di chiedere ad Antonella la ricetta (che posterò nei prossimi giorni) dei biscotti al Vinsanto; questi biscotti sono una loro specialità fatta con l’olio e il Vinsanto di loro produzione, la fattoria infatti produce e vende olio, vino, vinsanto, biscotti al Vinsanto, Cantuccini e marmellate.
.
.
L’agriturismo è situato poco fuori Cerreto Guidi su un piccolo colle baciato dal sole e accarezzato da un piacevole venticello, con una meravigliosa vista su vigneti e campi coltivati. Un luogo dove ci si può riposare, magari a bordo piscina, coccolati dalla gentilezza e dalla disponibilità delle padrone di casa in armonia con l’atmosfera serena della tipica campagna toscana.
.
.
.
.
.
…segue – ATTO TERZO mercoledì 25 luglio 2012…
.
biscotti, cheesecake, DOLCI, FINGER FOOD, fragole, marmellate, philadelphia, RICETTE, ricotta

Marta, il colore rosso, fragole e rose!

8 maggio 2012

Oggi è il compleanno della piccola cuoca e anche quest’anno le dedico un dolce con tutto l’amore di mamma. Un anno fa ho preparato questa torta, oggi preparo una cosa più sfiziosa adatta all’età di una ragazzina che inevitabilmente cresce. Il cugino della piccola cuoca ci ha portato dalla Francia dei golosi biscotti al burro, una bella scatola ed ho pensato di utilizzarne una parte per fare dei dolci. A farmi venire l’idea sono stati due contest, quello di Cinzia e Valentina COLORS & FOOD al quale fino ad ora ho parte ogni mesa da gennaio e quello di Ambra PICCOLA BOTTEGA DI CAMPAGNA al quale ho iniziato a partecipare dal mese scorso. Uno ha come tema il colore ROSSO PASSIONE  e l’altro 2 ingredienti, FRAGOLE & ROSE.

Cheese-cake monodose con confettura di fragole e petali di rosa (per 12 piccoli cheese-cake)

per la base

  • 200 g di biscotti burrosi della Francia del cugino Guido
  • 50 g di burro
  • 50 g zucchero
per la farcia
  • 200 g di philadelphia
  • 100 g di ricotta
  • 110 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 bustina di vanillina
per la copertura
  • 500 g di fragole
  • 150 g di petali di due rose rosse non trattate
  • 200 g di zucchero di canna

Lavare ed asciugare bene le fragole e i petali di rosa, metterli in una pentola con lo zucchero e cuocere per circa mezz’ora a fuoco basso fino a che parte delle fragole si sarà sciolta. Se preferite un composto più omogeneo frullate e tenetelo da parte (a me piace sentire i pezzettini della frutta). Scaldare il forno a 150°. Sbriciolare i biscotti in una ciotola, unire lo zucchero,  50 g di burro fuso e mescolare con la forchetta. Distribuire il composto in uno stampo da 12 muffin con 12 pirottini e distribuire il composto schiacciandolo bene con un cucchiaino. In un robot da cucina mettere il philadelphia, la ricotta e lo zucchero e frullare per qualche minuto. Unire l’uovo e amalgamare. Infine unire la vanillina e frullare per qualche secondo. Versare il composto ottenuto sulla base di biscotto e cuocere per 45 minuti circa a 170°.  Lasciar raffreddare e  ricoprire ogni tortina con la confettura di fragole e petali di rosa, servire.

  da Il Gattoghiotto di Ambra, fino al 20.05.2012

 da My Taste for Food di Valentina, fino al 25. 05.2012