funghi champignon, PIATTO UNICO, RICETTE, SPEZIE e SEMI, VEG, VEGETARIANO, VERDURE

Giardiniera di funghi champignon

5 novembre 2017

E’ passato un mese senza che me ne accorgesssi. Ottobre è stato un mese molto gradevole dal punto di vista climatico, abbastanza complesso per quel che riguarda il quotidiano. Tra un nuovo programma gestionale da imparare, voli per Malta a/r presi all’ultimo momento e qualche altro piccolo imprevisto, ottobre è trascorso talmente veloce da non farsi quasi riconoscere, è stato un ottobre in incognito. Il blog è stato a digiuno ma io no ovviamente; non pubblicare non vuol certo dire non cucinare e ancor meno non mangiare. Nonostante tutto, durante questo mese sono riuscita a sperimentare molte ricette tra cui le lasagne alla zucca di Chiara e Marta de la cucina spontanea, il coniglio con limoni arrosto, la tarte con le pere e fir di sale, la pasta con ragù di zucca e salvia fritta, i filetti di maiale con cavolo saltato, tutte ricette lette sulla rivitsa Sale&Pepe di ottobre ed una squisita giardiniera di cui vi parlo oggi.

Prima di tutto ho voluto essere ben certa del significato del termine giardiniera; la giardiniera è una preparazione composta da ortaggi tagliati a pezzi e lessati in acqua ed aceto, antico metodo per conservare le verdure estive come carota, sedano, cavolfiore, cipolline, peperone e cetriolini, e poterle consumare nei mesi invernali. Solitamente si serve come contorno per accompagnare altre pietanze, la ricetta che ho trovato sulla rivista Sale&Pepe Veg, prevede l’uso di un misto di funghi coltivati, io ho usato solo gli champignons, l’ho consumata con delle fette di pane integrale ed è stato il piatto unico del mio pranzo di ieri.

Giardiniera di funghi champignon

(per 2 persone)

  • 4 funghi champignon (potete anche usare un misto di funghi)
  • 1 cucchiaino di uvetta precedentemente ammollata in acqua
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo limone non trattato
  • 1 bicchiere di brodo vegetale (la ricetta per la giardiniera prevede vino bianco)
  • 2 rametti di maggiorana
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • una decina di semi di coriandolo
  • olio evo
  • 5 grani di pepe nero
  • sale

In una padella antiaderente tostare per qualche minuto i semi di coriandolo e tenere da parte. Tritare l’aglio e lo scalogno e soffreggerli in olio, aggiungere il succo del limone ed il brodo dove avrete sciolto il concentrato di pomodoro e sfumare. Unire i funghi, il coriandolo, l’uvetta, le foglie di maggiorana, il pepe in garni ed ultimare la cottura. Ci vorranno circa 10 minuti. Aggiungere il sale. Quando si sarà raffreddato, mettere il tutto in un vasetto di vetro con chiusura ermetica e lasciar riposare in frigo per 24 ore. Il giorno seguente potete consumare la giardiniera di funghi accompaganta da fette di pane integrale tostate.

biscotti, DOLCI, Libri, mandorle, RICETTE, vaniglia

Biscotti morbidi alle mandorle

17 settembre 2017

Da circa 5 anni, specialmente negli Stati Uniti, non si fa altro che parlare di gluten free ma attenzione, non è la moda del momento, è un regime alimentare che dovrebbero seguire solo le persone affette da celiachia, ovvero coloro che hanno un’infiammazione cronica dell’intestino tenue causata dal glutine. Esiste anche la sensibilità al glutine (NCGS) che prevede l’eliminazione del glutine ma sono tollerati i prodotti che possono contenerne solo piccole tracce. Per il resto dell’umanità è sbagliato eliminare il glutine dall’alimentazione, potrebbero esserci conseguanze molto gravi. Mai seguire le mode e le diete faidate. Una riflessione sul perchè siano in aumento le persone affette da celiachia bisogna farla.

Continue reading “Biscotti morbidi alle mandorle” »

biscotti, colazione, DOLCI, FINGER FOOD, marmellate, miele, more, VARIE, yogurt greco

Settembre e le more

13 settembre 2017

Sembrava non finire mai questo caldo afoso mentre a fine agosto raccoglievo le more alla Valle Benedetta ed invece settembre ci ha bruscamente travolto con un’alluvione che ha distrutto gran parte di questa città. Livorno, città che negli ultimi anni stava lentameente cercando di reagire alla crisi economica che ha colpito tutto il paese, la notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre, ha ricevuto un duro colpo, una “bomba d’acqua” (così l’hanno definita) che ha portato via vite, case, auto, tutto… non mi sento di condividere in queste pagine le immagini che ho visto domenica mattina mentre cercavo di raggiungere la casa di alcuni parenti, ne sono già state trasmesse tante dai telegiornali e fanno male. Livorno si stringe nel suo dolore sostenuta dalla solidarietà di moltissimi volontari, di braccia forti che offrono il loro aiuto per cercare di riportare la normalità nelle nostre vite.

Continue reading “Settembre e le more” »