Visualizza categoria

miele

DOLCI, miele, pecorino, Ricette, zafferano

Un sole tutto d’oro zafferano

6 February 2012
seada con miele allo zafferano 011

Anche per il mese di gennaio è stata la stessa cosa: appena è uscito il colore per la ricetta del mese è stato PANICO puro. Mi sembra sempre di non aver idee, il vuoto totale, le uniche cose che mi vengono in mente sono ricette già postate, trite e ri-trite; mi piacciono le ricette regionali, quelle classiche della cucina italiana ed è proprio dalle basi che parto all’insegna della semplicità. Per gennaio mi sono ispirata ad una ricetta pugliese, un primo, per febbraio non posso fare a meno di prendere ispirazione dalla Sardegna, dove lo zafferano viene coltivato nella regione del campidano e quindi viene usato in moltissime ricette. Dell’oro rosso avevo già parlato qui, quindi non mi dilungherò; per associazione di idee mi sono venute in mente le seadas (o sebadas), dolce sardo, per la loro forma a sole, si friggono e si condiscono con miele. E se usassi un miele allo zafferano? Perfetto matrimonio con il formaggio delle seadas! L’oro dello zafferano nell’oro del miele sull’oro della seada…

Le seadas si trovano fresche (praticamente ovunque in Sardegna) o congelate in alcuni negozi specializzati di prodotti sardi. A me le porta fresche il padre di mia cognata, direttamente dalla Maddalena. La terza possibilità è farle in casa. Il miele allo zafferano è una specialità un po’ più difficile da trovare però si può usare del miele d’acacia al quale si aggiungono i pistilli di zafferano e lo si lascia riposare per qualche mese, pian piano assumerà un bel colore ambrato; al momento dell’uso si scalda qualche minuto per renderlo più fluido e per sprigionare tutto il profumo dello zafferano, io ho fatto così e il risultato è buonissimo. Piccola nota storica: il miele allo zafferano veniva usato già nel Medioevo per lenire il dolore della dentizione dei lattanti e veniva chiamato Ambra Liquida.

Seadas con miele allo zafferano

per la sfoglia

  • 500 g di farina
  • 50 g di strutto (o burro)
  • sale qb
  • acqua tiepida qb

per il ripieno

  • 400 g di pecorino sardo fresco
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata

olio per friggere
miele allo zafferano

Impastare la farina con lo strutto aggiunto un po’ alla volta e un pizzico di sale incorporando acqua tiepida quanto basta fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per mezz’ora. Nel frattempo grattugiare il pecorino con i fori grossi della grattugia e metterlo in un ciotola con la scorza di limone. Lasciato passare questo tempo, stendere la pasta di uno spessore di 1,5 mm e con un coppapasta del diametro di 10 cm con i bordi ricci, tagliare un numero pari di cerchi. Spennellare la metà dei cerchi con l’acqua, mettere nel centro di ognuno un cucchiaio di formaggio e scorza. Chiudere le seadas con l’altra metà dei cerchi e friggerle in abbondante olio. Servire subito, ben calde cosparse di miele allo zafferano.

Spero di poterne postare almeno un’altra o due oltre a questa perché di ricette con lo zafferano ce ne sono di veramente squisite e particolari.

Con questa ricetta partecipo al contest colors & food…what else? Oro zafferano di Cinzia e Valentina dal 5 al 25 febbraio 2012

 

miele, pollo, Ricette, Secondi, zafferano

Nodini di pollo al miele

25 February 2010
nodini di pollo al miele 005

Seconda ricetta con miele d’acacia ricevuto in omaggio alla cena dei “tre gamberi” a Milano.

Questa volta è un secondo; io adoro il pollo, in qualsiasi modo sia cucinato. La ricetta ricorda l’agrodolce tipico della cucina cinese, in realtà è del locale “Caffè la Crepa” a Isola Dovarese (CR). Come per la prima (post del 24 febbraio 2010), ho apportato qualche modifica alla ricetta originale per praticità, tempo e gusto personale.

Nodini di pollo al miele

  • 12-16 nodini di pollo 
  • 2 cucchiai di miele d’acacia
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 25 g di burro
  • 1 rametto di rosmarino
  • Olio e.v.o. q.b.
  • Sale e pepe
  • 10 pistilli di zafferano
  • 1 tazza di brodo di pollo

Sciogliere il miele nell’aceto mescolando delicatamente. Riporre i nodi di pollo a marinare per un’ora nella salsa ottenuta, girando di tanto in tanto. Far saltare i nodini in padella con il burro, il rametto di rosmarino e i pistilli di zafferano. Lasciar cuocere per circa venti minuti e bagnare con il brodo di pollo. Salare e pepare. Servire il pollo con purè di patate o di sedano rapa. (Io avevo a disposizione un’insalata verde, fresca e croccante condita con olio, aceto balsamico e fleur de sel).

Finger food, gorgonzola, mascarpone, miele, philadelphia, Ricette, sedano

Due ricette con sedano e gorgonzola

24 February 2010
gambi di sedano con mousse 001
Ancora gorgonzola…che ci devo fare; mi piace! Questa crema morbida è buona da gustare con crostini e grissini o con le crudité: sedano, carotine, cipollotti freschi, ecc…
Crema al formaggio e sedano
  • 250 g di Philadelphia
  • 200 g di gorgonzola
  • un cuore di sedano verde
Schiacciare il gorgonzola (senza crosta naturalmente) con una forchetta e lavorarlo bene con il Philadelphia fino ad ottenere una crema omogenea. Incorporatevi le costole di sedano private dei filamenti e tagliate a dadini molto piccoli. Servite con le crudité che più vi piacciono, tagliate a listarelle regolari lunghe circa 15 cm.
                                                                                                                                                      
Questa invece è la prima ricetta che ho sperimentato con il miele (Mielizia) ricevuto in omaggio alla cena dei “tre gamberi” a Milano (presa dal libricino “sorprendentemiele, curiosità e ricette sfiziose” anche questo gentilmente omaggiato).
Gambi di sedano al miele di Acacia di Piemonte e Lombardia con mousse di gorgonzola e mascarpone
  • 1 sedano intero
  • 50 g di mascarpone
  • 40 g di gorgonzola
  • 1 cucchiaino di miele di Acacia
  • 1 pizzico di sale
Pulire i gambi di sedano e tagliarli in pezzi uguali. Preparare una mousse con il mascarpone, il gorgonzola, il miele e un pizzico di sale. Disporre la mousse all’interno dei gambi di sedano con l’aiuto di una sac à poche, tenere in frigo fino al momento di servire.