curcuma, insalata, VARIE, VEG, VEGETARIANO, VERDURE

Smoothie, questo sconosciuto

2 luglio 2015
smoothie (21)

Qualche giorno fa Daniel Dal Ben del blog Daniela&Diocleziano mi ha invitata a partecipare alla sua raccolta SUMMER DETOX, una raccolta dedicata a smoothies, frullati vegetali, zuppe fredde, cocktail ecc… bene io non sapevo niente sull’argomento, anche se gli smoothies sono “il tormentone dell’estate 2015″ ed è facile trovarne ovunque, riviste, libri, blog, mi sono dovuta documentare ed in pratica si tratta di bevande a base di ortaggi alle quali si può aggiungere frutta, succhi e spremute, latte, yogurt, gelati, sorbetti, erbe, spezie, ecc… 

smoothie (1)

Sono partita da una base  di pomodori misti, sedano, carote e basilico alla quale ho aggiunto curcuma, cipolla fresca bianca, lattuga riccia. Si può partire dalla base di ortaggi e aggiungere uno solo di questi ingredienti personalizzando a proprio gusto la bevanda detox.

smoothie (7)

Da tempo ho scoperto che il sedano è un alimento, anzi uno dei super alimenti, di cui non si può fare a meno e cerco di mangiarne un po’ tutti i giorni quindi non poteva mancare in questo smoothie, è ricco di fibre, aiuta la digestione eliminando i gas nell’apparato digerente, riduce trigliceridi e colesterolo, è ricco di vitamina A, consumato crudo contrasta la ritensione idrica; si iniziamo a trovare pomodori maturi buoni e saporiti, ovviamente sarebbe meglio che fossero biologici come il resto degli ortaggi perchè come per la frutta, la buccia contiene sostanze benefiche per il nostro organismo tra cui il licopene, un antiossidante naturale in grado di proteggere le nostre cellule dall’invecchiamento; le carote sono quasi prive di grassi e ricche di fibre, queste che ho usato sono arancioni ma esistono anche rosse, bianche, gialle o nero/viola e sono ricche di beta-carotene utile per contrastare i radicali liberi; il basilico ha proprietà antinfiammatorie e aiuta la digestione, non tutti sanno che è un ottimo alleato anche per capelli e pelle; per quanto riguarda la curcuma sembra che abbia in se tante di quelle proprietà benefiche che viene definita una spezia magica, a me piace molto e la uso sempre con tutte le preparazioni che prevedono il pomodoro perchè ne riduce l’acidità; la cipolla bianca, fresca, è un potente antibatterico e soprattutto in estate andrebbe consumata cruda; infine l’indivia riccia è ricca di vitamina A e K, è diuretica ed ha un effetto saziante.

smoothie (13)smoothie (22)

Smoothie pomodoro-sedano-curcuma

  • 4 o 5 pomodori di vario tipo BIO
  • 1 costa di sedano con le foglie
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 2 carote BIO
  • 4 o 5 foglie di basilico 
  • 1/2 cipolla bianca fresca 
  • 2 foglie d’indivia riccia 
  • olio evo qb (facoltativo)

Lavare bene tutte le verdure, tagliare i pomodori, le carote, il sedano, la cipolla e la lattuga a pezzetti, mettere tutto nel frullatore, compresi curcuma e basilico (l’olio è facoltativo) e frullare per cinque minuti. Servire e bere subito.

 

banner smoothies

“Questa ricetta partecipa al “Summer detox con Insal’Arte” indetto dai blog Daniela e Diocleziano eAcquaviva Scorre in collaborazione con OrtoRomi ”

albicocche, ciliege, FRUTTA, menta, pesche, susine, VARIE

Frutta da bere

27 giugno 2015
frullato di frutta (19)

 

Una ricetta-non-ricetta per fare un carico di salute, un frullato di sola frutta di stagione, tutta frutta biologica in modo da poter utilizzare anche la buccia che contiene tantissime vitamine, sali minerali e fibre, in particolare i frutti di colore giallo e arancio, come le albicocche e le pesche, contengono molta vitamina A mentre quelli di colore rosso e viola, come ciliegie e susine, contengono molti antiossidanti. Alla frutta è possibile aggiungere latte o yogurt, in questo modo diventa quasi un pasto completo.

frullato di frutta (8)frullato di frutta (14)frullato di frutta (10)

Frullato con frutta di stagione

  • 1 pesca
  • 2 albicocche
  • 4 susine
  • 10/12 ciliege
  • qualche fogliolina di menta

Lavare molto bene la frutta senza sbucciarla, eliminare i noccioli e frullare tutti gli ingredienti, versare in un bicchiere e bere subito. 

 

frullato di frutta (16)

PANE E PANIFICAZIONE, Piatto unico, pizza, Ricette

La pizza margherita

24 giugno 2015
pizza (21)

Era da tanto che cercavo di preparare una buona pizza; troppo alta, troppo bassa, poco pomodoro, troppa mozzarella, poco lievitata, troppo cotta, ecc… c’era sempre qualcosa che non andava e soprattutto non era “come quella della nonna” (mia mamma). Il problema stava diventando serio perchè a fare la pizza, generalmente la domenica sera, è sempre stata mia madre e ne preparava un paio di teglie anche per noi, ultimamente però è diventata un po’ pigra e non la prepara più.

pizza (17)

Il caso ha voluto che un amico di infanzia di mia cugina, certo Filippo Cavallini, è venuto in mio aiuto dandomi consigli e dritte per una pizza di sicuro successo, perchè lui si dichiara “il re della pizza”! Dopo averlo subissato di domande nei minimi dettagli riguardo la preparazione e gli ingredienti devo dargli ragione, una pizza che può competere tranquillamente con quella dell”nonna”!

pizza (3)

Dopo i primi tentativi e dopo aver preso confidenza con la ricetta ora preparo due impasti, uno per me con metà farina di farro integrale e uno per il resto della famiglia che vuole l’impasto classico. Un successo ed un vero piacere, per me la pizza è sempre stata e sempre sarà solo e soltanto margherita, gli altri esseri che transitano in casa invece a volte hanno richieste particolari, con pancetta, solo rossa con aglio e prezzemolo, con formaggi vari o con speck… l’importante è che la base si la solita.

pizzapizza (9)

Pizza margherita

per l’impasto

  • 850 g di farina W 240/260 (per il mio impasto metà semola di grano duro rimacinata e metà farro integrale)
  • 500 ml di acqua
  • 2 g di lievito madre essiccato
  • un pizzico di sale

per il condimento

  • passata di pomodoro e pelati nella stessa quantità
  • 1 panetto di mozzarella per pizza
  • olio evo
  • sale
  • origano

La sera prima preparare l’impasto; verso la farina in una ciotola capiente, faccio sciogliere il lievito in poca acqua tiepida e versarlo sulla farina, unisco il resto dell’acqua, il sale ed inizio ad impastare prima nella ciotola e poi sulla spianatoia fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Copro l’impasto e lo ripongo in frigo per tutta la notte. La mattina dopo tiro fuori l’impasto e lo metto in un posto riparato da correnti, solitamente nel forno. Tre o quattro ore prima di cena divido l’impasto per le varie teglie formando delle palline lavorandole poco e le lascio lievitare ancora un paio d’ore. Intanto preparo in una ciotola il condimento con passata di pomodoro, pelati, olio, sale e origano (a volte ci aggiungo una macinata di pepe nero) e lascio insaporire fino al momento di preparare le pizze, in un’altra ciotola la mozzarella sbriciolata. In fine stendo gli impasti con le mani sulle teglie leggermente unte con olio, verso il condimento distribuendolo con un cucchiaio ed inforno a 220° per 10/15 minuti, quando la pizza è quasi pronta aggiungo la mozzarella e porto a cottura, si deve formare la crosticina ma non deve bruciare.