Libri, VARIE

Faccio una pausa… e lo zucchero alla violetta

15 aprile 2015
zucchero alle violette (15)

borragine (17)

Mi prendo una pausa perché… perché ogni tanto ci vuole. Ecco perché.

La primavera è il momento del risveglio, della rinascita e del rinnovamento in natura ma anche nell’essere umano. Mi è capitato di leggere, da un mese a questa parte, molti post in cui si palesava la necessita di pensare un po’ più a se stessi dopo un inverno carico di impegni. Questo può essere un momento di riflessioni e di leggerezza. La primavera porta anche una certa sonnolenza nella quale mi piace stare, senza che niente si muova o accada.

borragine (14)borragine (10)

Mi regalo il tempo per fare qualche passeggiata e raccogliere borragine ed ortiche, per non far niente, per mettermi in poltrona a leggere un libro, l’ultimo libro che mi sono regalata. Non ricordo dove l’ho letto, ma una food blogger consigliava di leggere il libro della sua amica e quel che raccontava mi è piaciuto così tanto che l’ho ordinato anche io.

viola odorosa (10) zucchero alle violette (10)zucchero alle violette (31)

Non è un libro di cucina ma di giardinaggio, anche se il termine giardinaggio è riduttivo per definirlo. BUON GARDENING! di Simonetta Chiarugi, racconta di come coltivare piante e fiori che sia in giardino o sul terrazzo, di come utilizzarli per la decorazione della casa o in cucina. Tra consigli e bellissime foto son qui che sfoglio, leggo, rileggo e imparo tantissime cose sul giardinaggio e non solo. Negli anni il mio pollice da nero sta volgendo gradualmente al verde… Ho imparato, ad esempio, ad osservare con più attenzione il giardino della Valle Benedetta, dove spesso passiamo qualche ora serena, e meraviglia delle meraviglie ho notato in un angolo del prato le violette! Le ho raccolte ed ho seguito la ricetta di Simonetta su come preparare lo zucchero alla violetta, una semplicissima coccola che mi gusterò come una vera e propria prelibatezza. Il consiglio di Simonetta è di usarlo nel tè o per fare i biscotti, io proverò con i biscotti…

zucchero alle violette (23)

Zucchero alla violetta

  • 80 g di zucchero
  • 15 g di petali di violetta

Mettere i petali di violetta nel mixer (io ho usato quello piccolo per macinare i semi ed i chicchi di caffè) con 50 g di zucchero e tritarli finemente. Unire gli altri 30 g  di zucchero, stendere il tutto su una teglia e lasciar asciugare. Quando lo zucchero alla violetta sarà pronto trasferirlo in un barattolino di vetro. Andrà conservato in un luogo asciutto, lontano dalla luce e si manterrà per circa un anno. 

asparagi, crespelle, pecorino, Piatto unico, PRIMI, Ricette, ricotta, Ristoranti, VARIE, zafferano

Una cena Da Burde e le crespelle agli asparagi

9 aprile 2015
crespelle agli asparagi (17)

DA BURDE 27.03-004

Finalmente sono riuscita ad andare a cena alla Trattoria Da Burde! Quest’anno per il mio compleanno ho passato una magnifica giornata a Firenze, tra shopping e gastronomia. Ho scoperto la cucina di Paolo Gori qualche mese fa, come ho già raccontato qui, guardando alla televisione l’esecuzione della ricetta del cacciucco di ceci. E’ stato amore a prima “ricetta”… una cucina semplice, della tradizione toscana e fiorentina in particolare, che esalta i sapori veraci e la qualità dei singoli prodotti. Sfortunatamente non sono riuscita ad incontrare Paolo, che era impegnato altrove quella sera ma i suoi collaboratori hanno reso la serata veramente piacevole raccontandomi la storia e gli aneddoti che nel tempo hanno fatto di Burde la trattoria tanto amata e frequentata da fiorentini e non.

DA BURDE 27.03-002

Il locale è molto caratteristico, si entra dal bar-bottega per passare ad altre sale, due molto grandi ed una più piccola, la più caratteristica e suggestiva alla quale si giunge passando davanti alla grande cucina a vista. La cucina è il regno di Paolo e delle sue collaboratrici, il menù cambia spesso a seconda di quel che la stagione ed il mercato offrono, mentre Andrea si occupa della cantina e dei vini. Per iniziare ci hanno servito un piccolo antipasto di ottimo prosciutto di cinta, finocchiona fatta da Paolo e olive verdi servito su un tagliere di legno tanto per accompagnare il vino consigliatoci, Barone Ricasoli Chianti Classico DOCG Brolio Riserva 2011, per proseguire con l’assaggio di tre zuppe, una di cavolo nero e farinata, una di farro e fagioli e la classica ribollita toscana. Continue reading “Una cena Da Burde e le crespelle agli asparagi” »

batata dolce rossa, ERBE AROMATICHE, Ricette, VEG, VEGETARIANO, VERDURE

Batata dolce al forno con erbe aromatiche

7 aprile 2015
batata al forno (13)

Un nuovo ingrediente da provare, la batata dolce, rossa. La batata dolce, Ipomoea batatas L., è un vegetale conosciuto anche come patata americana, paese da cui ha origine, importato in Europa da Cristoforo Colombo e diffuso poi in in Spagna e Portogallo fino a diventare protagonista indiscusso dei piatti della cucina africana. La batata dolce, rossa in questo caso, è un vero e proprio concentrato di salute grazie alle sue proprietà nutritive, preventive e antiossidanti. 

batata al forno (15)

Non conoscevo questo vegetale, cioè lo conoscevo ma non lo avevo mai mangiato, l’occasione è giunta dal progetto EXPO worldrecipies a sostegno di quei paesi che hanno bisogno del nostro contributo per raccontare le loro tradizioni, i loro sapori e le tradizioni culinarie, in questo caso l’Africa.

batata al forno (23) batata al forno (34)

Ho voluto provare una ricetta semplice perchè non avevo idea del sapore che potesse avere questo tubero. Le erbe aromatiche e l’aglio gli danno quel tocco mediterraneo che contrasta e si abbina bene al sapore dolce che lo caratterizza. Ho mangiato queste batate dolci con dei formaggi, abbinamento che consiglio.

batata al forno (47)

Batate dolci rosse al forno con erbe aromatiche

  • 4 batate dolci rosse di media grandezza (circa 700 g)
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio evo
  • fleur de sel
  • un mazzetto di erbe aromatiche 8timo, maggiorana, prezzemolo riccio, salvia, rosmarino)

Lavare bene le batate senza togliere la buccia. dividerle a metà per il verso della lunghezza. metterle in una pirofila rivestita da carta forno e condirle con l’aglio tagliato a fettine molto sottili, il fleur de sel e l’olio evo. infornare per 30 minuti a 180° e a fine cottura aggiungere il trito di erbe aromatiche. Servire calde.

unnamed